h1

Pillole di SVE: il nostro volontario Francesco si racconta!

3 maggio, 2013

Francesco sta svolgendo un progetto SVE in Polonia, dove si trova da due mesi. Se volete dare un’occhiata in concreto a quello che lui e gli altri volontari fanno, potete seguire la pagina facebook che hanno creato, al seguente link

https://www.facebook.com/CommonSpaceWrzeszcz?hc_location=timeline

Ecco le sue prime impressioni!

??????????

Ciao a tutti, sono Francesco, ho 25 anni e dal 1º marzo (e per 7 mesi) sono un volontario SVE a Danzica, in Polonia, sul mar Baltico. Già nel 2011 avevo inviato un paio di candidature per lo SVE, poi ho deciso di iscrivermi ad un master a Padova, finito il quale il desiderio di fare un po’ di sano volontariato non mi era passato. Sono sempre stato convinto che lo SVE sia un’idea fantastica, e ora semplicemente le mie convinzioni sono diventate certezze. Viaggiare, conoscere nuove persone, nuove sensibilità, nuove culture, ma anche nuovi luoghi e dimensioni: esiste forse qualcosa di più affascinante? Certo, partire a volte è difficile, perché significa rinunciare ad amici, affetti, abitudini, in una parola alle certezze di sempre, ma, e mi si passi il tono un po’ da réclame, con lo SVE si va a colpo sicuro.

Qui a Danzica lavoro per una fondazione culturale locale che si adopera per creare eventi culturali “di vicinato”, “di quartiere”: eventi quindi che permettano anche e soprattutto alla gente del quartiere di conoscersi e di stringere nuove amicizie. No quindi mostre di Klimt o Dalí, ma ad esempio semplici laboratori di cucina o di danza. Siamo 8 volontari, e veniamo da 8 paesi diversi: Spagna, Francia, Belgio, (Italia), Slovacchia, Ucraina, Georgia e Armenia. La nostra attività principale è, per il momento, insegnare gratuitamente la nostra lingua. Qui in Polonia l’interesse per l’Italia è altissimo; i Polacchi ci considerano infatti come la terra della bellezza nelle sue varie forme: l’arte, la moda, l’enogastronomia, i bei paesaggi alpini o marittimi… Abbiamo ricevuto in soli 4 giorni un numero esorbitante di richieste e stiamo dunque cercando una biblioteca o centro culturale che ci presti una sala dove far lezione. Perché buona parte degli eventi, incluse per adesso anche le lezioni di lingua, si svolgono direttamente a casa nostra, nell’ottica di proporre alla gente nuovi spazi di socializzazione e condivisione.

Non avevo mai pensato di partire per la Polonia, paese di cui ovviamente non sapevo rigorosamente nulla, ma mi è stato impossibile resistere ad un progetto così interessante: venutone a conoscenza, mi sono immediatamente candidato, per cui eccomi qua. E sto infatti scoprendo quanto la Polonia sia ricca di storia e arte, di città meravigliose come Danzica e Varsavia e, perché no, di prelibatezze culinarie (zuppe deliziose ad esempio, ed io per le zuppe vado matto).

In sintesi, raccomando caldamente sia lo SVE, sia la Polonia. Perché non prender due piccioni con una fava?

Francesco

One comment

  1. Hmm it appears like your blog ate my first comment (it was extremely long)
    so I guess I’ll just sum it up what I submitted and say, I’m thoroughly enjoying your blog.
    I as well am an aspiring blog blogger but I’m still new to everything. Do you have any recommendations for newbie blog writers? I’d definitely appreciate
    it.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: