h1

AAA: pillole di SVE! Il nostro volontario Nicola si racconta

16 maggio, 2016
12309786_10208085981288462_9091141524411223854_o

Nicola durante le attività del suo progetto

Il nostro volontario Nicola sta svolgengo il suo SVE in Francia e il suo è un progetto di lungo periodo – 1 anno – iniziato a settembre del 2015. Di seguito un breve resoconto della sua esperienza fino ad ora e riflessioni che potranno essere utili a chi come lui abbia l’intenzione di fare questa esperienza di volontariato europeo.

***

Ciao a tutti, Mi chiamo Nicola Ghidoni, ho 29 anni e sono della provincia di Modena.

In questo momento sto svolgendo il servizio volontario europeo in Francia, precisamente a Brest.

Brest è una città portuale Francese situata nel dipartimento del Finistère nella regione della Bretagna, sulla costa occidentale, sede della principale base marina francese.

Ho scelto un progetto della durata di 12 mesi e avendolo incominciato il primo settembre 2015 sono oltre il giro di boa.

Sto lavorando per un’associazione che si chiama “Association nationale des compagnons batisseurs”.

Il principale obiettivo dell’associazione è di migliorare le condizione abitative delle famiglie in difficolta economiche e sociali (Proprietarie e in affitto). Questo è possibile grazie a dei cantieri di autoriabilitazione accompagnati. Più precisamente, i professionisti guidano i volontari a svolgere i lavori manuali, come la pittura, la carta da parati, l’isolazione della casa (per il freddo e il caldo), l’impianto elettrico ecc. La maggior parte delle volte le famiglie partecipano ai lavori. E’ importante quello che facciamo perché avere un alloggio pulito, in ordine e ben isolato termicamente aumenta la prospettiva di vita.

Il secondo obiettivo è quello di cercare di far uscire queste persone dall’isolamento sociale a cui sono sottoposte. In primo luogo è possibile facendoli partecipare ai lavori presso le loro abitazioni. In secondo luogo organizzando degli atelier di quartiere. Più precisamente sono atelier di pittura, carta da parati, apprendere l’utilizzo delle macchine utensili (come il trapano) e tante altre cose. L’obiettivo principale, oltre a quello di fare apprendere nuove competenze, è quello di far uscire queste persone dal loro isolamento sociale facendole cooperare con altre persone dello stesso quartiere e con problemi simili.

In questi mesi sono riuscito ad adattarmi ad una nuova cultura e ad una nuova lingua. Nei primi tempi non è stato facile ma posso dire che ora è quasi tutto in discesa.

Vivo da solo in un appartamento non troppo grande all’interno di un residence di giovani lavoratori. Qua ho conosciuto molte persone con le quali organizzo delle uscite. Abbiamo molte riduzioni, come ad esempio per il cinema, spettacoli, partite.

Ho conosciuto anche molti stranieri che stanno svolgendo in Francia il loro SVE. Questo mi permette di conoscere nuove persone e culture e mi consente anche di viaggiare alloggiando gratuitamente presso questi altri volontari.

Mi piace lavorare nell’associazione perché condivido i suoi principali obiettivi. Il lavoro certe volte non è facile ma alla fine dei lavori, vedendo il risultato, gli sforzi sono ripagati.

MI piace la città, né troppo grande e né troppo piccola. Nel week end posso scegliere fra molte cose, come andare sulla spiaggia, fare surf, andare a teatro o semplicemente fare un giro in centro (vivo e pieno di negozi).

Se siete interessati a ulteriori informazioni, potete scrivermi tranquillamente su facebook

***

Il progetto di Nicola rientra nelle opportunità promosse dall’Unione Europea tramite il programma Erasmus+/Giovani. Se interessati potete contattarci via e-mail all’indirizzo segreteriagte@comune.modena.it

h1

Visual Innovative Tools for non formal education Open Space Training: ecco i risultati del progetto!

29 marzo, 2016
VIT NFE OST image
Dal 2 al 9 dicembre si è svolto il corso di formazione Visual Innovative Tools for Non Formal Education – Open Space Training, che ha visto coinvolti 36 ragazzi tra partecipanti e formatori,  provenienti da diversi paesi europei ed extra europei, , a Dilijan, in Armenia.
Paesi partecipanti – Armenia, Estonia, Georgia, Italy, Luxemburg, Moldova, Slovenia, Ukraine
Tematica – visual tools (graphic recording, visual storytelling, info graphic ecc.), metodologia – Open Space Technology, educazione non formale.
I partecipanti coinvolti si sono cimentati nelle attività visual sopra elencate, allo scopo di poterle utilizzare nelle  proprie attività educative e promozionali a livello sociale, per arricchire il proprio tool kit di riferimento e rendere maggiormente comprensibili e comunicativi i contenuti da diffondere.
Ecco qui i link dei video e GIF prodotti utilizzando le tecniche apprese durante il corso!

Captain Hans

Evolution 2.0

Coup de foudre
Dear Santa
Life of a bee
BeeeeBzzzzzz
Run
Mr. Moustache walking
Happy to bored
From laugh to cry
Gender change
Hans emotions
Il progetto è stato approvato e finanziato attraverso ANG – l’Agenzia Nazionale Italiana ed il programma europeo Erasmus Plus/Gioventù.
L’ideazione ed implementazione del progetto si sono attuate attraverso la collaborazione tra Going to Europe e il partner armeno ArmActive Youth Center.
h1

New VIE – Visual Innovative Education TC – video in stop motion!

8 marzo, 2016

12091339_948509665222190_3767388387302863651_oIl settembre scorso si è svolto a Premilcuore in provincia di Forlì il nostro corso di formazione “New VIE – Visual Innovative Education” sul tema della facilitazione grafica.

Tra i risultati del progetto ci sono questi quattro video realizzati dai partecipanti, utilizzando la tecnica della stop motion animation. Se siete curiosi date un’occhiata!

video “the wanderer”

Video “fatboyslim”

Video “the empty man”

video “cooking news”

h1

AAA: presentazione scambio giovanile “Become a connection”!

4 febbraio, 2016

12646981_10208634074240244_5129884714938248841_n

Going to Europe in collaborazione con Europe Direct, presenta la testimonianza di alcuni dei ragazzi che hanno partecipato allo scambio giovanile “Become a connection”, svoltosi in Repubblica Ceca, vicino a Brno, dal 3 all’11 novembre 2015.
Se siete curiosi di saperne di più venite a conoscere Elia, Filippo, Francesca, Luigi e Tommaso, cinque degli otto partecipanti italiani.

A questo scambio giovanile hanno partecipato 30 ragazzi tra i 17 e i 23 anni, provenienti da quattro paesi: Italia, Repubblica Ceca, Romania e Ucraina.

I partecipanti si sono confrontati su tematiche legate alla presenza di diverse minoranze etniche nei rispettivi paesi e luoghi d’origine, nonché sulle possibili attività da realizzare nelle rispettive comunità, mettendo in gioco le proprie passioni, capacità e talenti. Il tutto grazie alla gresenza come partecipanti allo scambio, di un gruppo di ragazzi ucraini appartenenti alla minoranza presente in repubblica Ceca.
I ragazzi hanno inoltre indagato quali connessioni manchino tra i giovani delle minoranze etniche e la maggior parte della popolazione locale in specifiche zone.
Buona parte dello scambio è stata dedicata anche ad attività di sviluppo personale e outdoor.
Il tutto si è realizzato attraverso attività di educazione non-formale, come vengono promosse dal programma Erasmus+ per i giovani.

L’incontro si svolgerà giovedì 25 febbraio alle ore 16,00 presso la Galleria Europa, ospiti del centro Europe Direct, Piazza Grande 17, Modena.

h1

AAA: teatro europeo a Modena! Spettacolo in convenzione GTE – ERT

1 febbraio, 2016

Istantanea 2016-02-01 17-39-31

Going to Europe in collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione (ERT) offre ai propri tesserati la possibilità di accedere ai due appuntamenti di teatro euroep di febbraio ad una tariffa agevolata! ERT ha previsto una riduzione del 30% per i possessori della tessera Going to Europe dell’anno in corso. Ecco il PDF degli Spettacoli di febbraio_in convenzione GTE.

Condividiamo con voi anche il volantino di Hikikomori, uno spettacolo realizzato da ERT in collaborazione con la Galleria Civica di Modena, che si terrà a Palazzo Santa Margherita dal 12 al 19 febbraio, altrettanto interessante per le tematiche trattate. Il termine Hikikomori, coniato in tempi recenti dallo psicologo giapponese Tamaki Saito, indica infatti un comportamento patologico che colpisce circa un milione di ragazzi nipponici tra i 16 e i 25 anni che rifiutano ogni tipo di rapporto con il mondo esterno.

Per questo appuntamento non è prevista convenzione ma segnaliamo il costo ridotto per gli spettacoli del mattino.

Ricordiamo che le offerte in convenzione sono rivolte agli associati e tesserati che abbiano rinnovato il tesseramento per l’anno in corso. Se non aveste ancora provveduto, potete contattarci via e-mail all’indirizzo segreteriagte@comune.modena.it per info e contatti!

h1

Tesseramento 2016

27 gennaio, 2016

becomingamember01

Il nuovo anno ormai è iniziato!

Tempo di tesseramenti per il 2016!

Contattateci via e-mail per il rinnovo – segreteriagte@comune.modena.it

Vi ricordiamo che il tesseramento permette di accedere a tutte le nostre offerte formative per l’anno in corso, a scontistiche e riduzioni per le realtà convenzionate, nonchè a ricevere informazioni e newsletter inerenti la mobilità europea.

Il tesseramento ha validità annuale solare ed un costo di 10 €.

h1

AAA: Carissimi Padri – Laboratorio GTE esiti!

15 gennaio, 2016
DSC_9763

Francesco, Luca, Rita, Riccardo, Laura, Marcella, Margherita

Anche nel 2015 Going to Europe ha preso parte al progetto di teatro partecipato promosso da ERT (Emilia Romagna Teatro Fondazione) Carissimi Padri, per il centenario della Grande Guerra.

Nel rinnovato partenariato con ERT, che ha visto GTE partecipare anche al progetto Il Ratto d’Europa, continua l’esperienza di laboratorio, il cui esito è stato presentato al teatro Storchi di Modena, in data 11 gennaio, ore 20,30, assieme agli esiti di altre realtà associative modenesi.

Ringraziamo il nostro referente di laboratorio, Simone Tangolo, attore del progetto, che ci ha seguito durante gli incontri svoltisi durante tutto il 2015, fino alla messa in scena dell’esito.

Proseguono le presentazioni degli esiti di altri laboratori, scolastici e cittadini, così come le repliche dello spettacolo finale, nella settimana dal 12 al 17 gennaio, data quest’ultima, in cui si svolgerà la maratona dei capitoli dello spettacolo finale del progetto: Istruzioni per non morire in pace – Patrimoni, Rivoluzioni, Teatro, regia di Claudio Longhi, testo di Paolo Di Paolo.

Per dettagli ed informazioni sul progetto e gli ultimi appuntamenti, si rimanda al sito http://www.carissimipadri.it/ ed alla pagina facebook https://www.facebook.com/carissimipadri/?fref=ts

Hanno partecipato al laboratorio: Laura Bagnoni, Marcella Bagnoni, Margherita Bergonzini, Francesco Corsini, Riccardo Cucconi, Mario Gibertoni, Rita Levoni Bemposti, Luca Santacroce.

* Crediti foto Lorenzo Breviglieri

DSC_9678

Laura, Luca, Marcella, Margherita, Simone

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 27 follower